Da “Baba” a “Papà”

Oggi la mia identità è evoluta. Da mesi Edo mi chiamava “Baba”, e ormai mi sentivo così: un papà speciale, giovane, incerto, ma non appieno un papà. 

Oggi invece mi ha chiamato per la prima volta “papà”, con le consonanti giuste, e l’accento al posto giusto. 

Con un sorriso ancora più forte, una coscienza di 27 mesi in costante mutamento. 

Un regalo speciale nella giornata più difficile che passassi da mesi.

Questo sanno regalarti i figli: momenti di inaspettata gioia. 

E oggi ne sono davvero consapevole, perché oggi anche per lui sono “papà”.  

Qui sotto nei momenti in cui Edo stava per pronunciare la parola che mi ha cambiato la vita. 
  
 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...