Netflix e la sezione “Kids”

Come sta dicendo tutto il web italiano da poche ore – sì, lo abbiamo capito tutti – dalla mezzanotte di oggi Netflix è disponibile in Italia.   

Non starò a parlare come tutti del fatto che:

  • Netflix cambierà la mia vita sociale“: dedico già le mie notti alle serie TV o ai romanzi. Con Netflix semplicemente tutto sarà più facilmente fruibile
  • Netflix ha un’interfaccia User-Friendly pazzesca“: appena si apre la home, ci sono tantissime righe suddivise per tipologia di contenuto, ognuna delle quali presenta tantissime proposte. È davvero agevole far capire a Netflix i nostri gusti ed avere ottimi contenuti sempre a portata di mano 
  • Che scandalo, non c’è House Of Cards!”: eh no, per ora l’esclusiva in Italia è di Sky. Speriamo per il futuro. Intanto però si sono presi tutto Orange Is The New Black
  • Non c’è confronto con Infinity e cagate varie“: non servirebbe nemmeno scriverlo, è ovvio che non ci sono confronti da fare. Mai naming fu più scorretto per una piattaforma streaming meno profonda del mio catalogo di VHS negli anni ’90
  • E moltissime altre considerazioni. 

Mi preme, piuttosto, parlare di Netflix e la sezione Kids

  
Scrive Il Post (di cui consiglio di leggere la Guida a Netflix): “La sezione con i contenuti per bambini è leggermente diversa da quella per adulti: ha un colore più chiaro e i contenuti sono presentati con le immagini dei singoli personaggi, così che possano orientarsi anche i bambini che non sanno ancora leggere.

Per un giovane padre, è questo il vero spettacolo. 

Ogni volta impazzisco con i video pessimi di YouTube a fare mille playlist e ad iscrivermi a centinaia di canali diversi. Il risultato è che spesso mostro al mio Edoardo di (quasi) 27 mesi inutili video che lo attirano solo perché c’è la polizia o una ruspa. 

Con Netflix spero sarà possibile educarlo a guardare cartoni animati e film per bambini sulla misura dell’evoluzione dei suoi gusti che ci sarà in questi mesi, in questi anni. 

Netflix sarà la piattaforma in cui Edoardo creerà il suo immaginario fatto di personaggi, fantasia e magia qual è quello dei cartoni animati per un infante. Se penso che io 20 anni fa guardavo Il Re Leone in VHS e quello rimaneva l’unico film che potevo guardare per diverse settimane, lui avrà a disposizione una miriade di scelte con cui potrà arricchirsi e potremo crescere insieme. 

Avere così tanti contenuti e così tanta scelta sarà dispersivo? A me interessa solo che sia libero di poter farsi guidare dal suo intuito, e scoprire tutto ciò che può e c’è. 

Non ci resta che dare il benvenuto alla piattaforma streaming che cambierà (una parte del) la nostra vita: #CiaoNetflix! 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...